6-7-8 gennaio 2023

ROAD TO 2026

aspettandoi le Olimpiadi in Val di Fiemme

ROAD TO 2026

Cosa è successo finora, e cosa ci aspetta nei prossimi anni? Due chiacchiere con le sindache di Tesero e Predazzo

Sono ormai passati più di due anni da quel 24 giugno 2019 che ha sancito il coronamento di un sogno sportivo italiano ed in particolare per la Val di Fiemme, che dopo tre Mondiali e oltre 300 gare di Coppa del Mondo, si è vista assegnare parte delle gare olimpiche e paralimpiche di Milano-Cortina 2026.

Per accogliere gli eventi olimpici e paralimpici, entrambi gli stadi verranno riqualificati nei prossimi anni. Abbiamo parlato con le sindache dei due paesi, per capire meglio qual è lo status dei lavori e quali altri passi ci aspettano nei prossimi mesi ed anni.

Riguardo il progetto del Trampolino di Predazzo, la sindaca Maria Bosin ci racconta che “il masterplan generale comprende sia le opere sportive che alcune opere di contorno volte a rendere la struttura sostenibile. La Provincia ha già assicurato il contributo di 23 milioni per i lavori sulla parte sportiva - un intervento importante che andrà a restaurare entrambi i trampolini costruiti nel 1991, l’impianto di illuminazione, le sale giudici e ad introdurre un ascensore inclinato per raggiungere la zona partenza. Tutto dovrà essere pronto per la fine del 2024, garantendo lo svolgimento delle gare preolimpiche”.

Anche a Tesero si sta lavorando sodo e la sindaca Elena Ceschini riporta che “anche per il progetto dello Stadio del Fondo sono stati garantiti i fondi provinciali, per un totale di 11,5 milioni di euro. I fondi sono stati allocati per la ristrutturazione delle strutture sportive, fra cui la realizzazione di spogliatoi atleti e spazi di servizio interrati, per l’adeguamento di piste, impianti di innevamento e illuminazione, tribune, nonché alla manutenzione delle strutture esistenti. Ci stiamo impegnando per ottenere un secondo finanziamento per interventi che garantiranno la sostenibilità futura delle strutture”.

Una cosa è certa, in vista di queste Olimpiadi 2026, il cui motto è “sostenibilità, futuro e legacy”, il focus di entrambe le amministrazioni è sull’utilizzo futuro delle strutture, evitando di costruire “cattedrali nel deserto”. Si pensa quindi a come poter creare un concetto turistico, sviluppando spazi ludico-ricreativi, museali, facendo in modo che non si possa visitare la Val di Fiemme senza far tappa agli stadi e garantendo così un introito che possa ammortizzare i costi di gestione senza pesare sulle casse comunali.

Con l’approvazione dei progetti definitivi che avverrà nei prossimi mesi ci sarà finalmente la base per l’inizio dei lavori, un piccolo step che farà percepire i Giochi Olimpici ancora più vicini!


torna alla lista

archivio news

Partners & Sponsors
COOP FIS Tour de Ski performance by Le Gruyére AOP
Fiemme Partners & Sponsors

OFFICIAL PARTNERS

MAIN SPONSORS

OFFICIAL SUPPLIERS


TECHNICAL SUPPLIERS

INSTITUTIONAL PARTNERS